Blackberry va per la neutralità della rete, al fine di costringere i servizi popolari sulla sua piattaforma

Questa è una traduzione automatica rafforzata di questo articolo.

Il CEO di Blackberry ha pubblicato il suo argomento per avvicinarsi regole della net neutrality per i livelli applicativi e contenuti. Egli offre come esempio l’apertura del suo Messenger Service Blackberry (BBM) sulle piattaforme iPhone e Android. Egli critica il fatto che i servizi popolari come Apple`s iMessage e Netflix`s video streaming app non sono disponibili sulla piattaforma Blackberry`s.

In altre parole, gli utenti Blackberry sono ingiustamente impedito di utilizzare alcuni servizi importanti. Egli offre una soluzione: il governo deve mandato che le applicazioni specifiche e servizi di contenuti l’obbligo di offrire i propri servizi sulla piattaforma Blackberry. Si richiede questo in nome della neutralità della rete.

Richiesta John Chen`s può determinare alcuni a chiedersi se sarebbe stato sostenendo la stessa cosa se fossimo sul mercato della telefonia mobile del 2007. Quest’anno è la scelta perfetta per il fatto che né l’iOS né ecosistema Android esistevano allora. Questo anno rappresenta il momento in cui Blackberry ha il 10% del mercato mondiale per gli smartphone. Blackberry è stato sostenendo allora il suo programma di sviluppo e molti altri primi sviluppatori di telefonia mobile. In altre parole, il famoso servizio di musica Slacker era un app Blackberry presto. Quindi, non riuscivano a raggiungere il momento in cui sarebbero proprio il mercato del sistema operativo.

Come tutti sanno, Apple e Google governano l’ecosistema mobile, lasciando i primi concorrenti come Blackberry parte. Così la risposta del Blackberry è stato quello di aprire i propri servizi popolari come BBM e Enterprise Mobility Management (EMM) per associarli con le piattaforme Android e iOS. Si tratta di una mossa intelligente per sopravvivere sul mercato. In ogni caso, è stata una cattiva scelta per loro di chiedere al governo di dare mandato alla stessa dalla concorrenza.

Sappiamo tutti che il governo non ha del tutto capito la natura della concorrenza in piattaforme informatiche. Negli Stati Uniti e in Europa, i governi hanno portato cause antitrust e anti-concorrenza nei confronti di grandi aziende come Microsoft e Intel. Ad esempio, quei due vinto le posizioni costantemente spingendo in avanti le nuove tecnologie, anche se non erano quelli che l’ha inventata. Così, hanno salvato una parte importante dell’ecosistema per se stessi. Quindi, coloro che sono rimasti indietro andato per cause antitrust. Comunque, è noto che gli utenti scelgono i prodotti tenendo conto delle cose che vogliono fare. Se vanno per Blackberry, ma non possono accedere a Netflix, che sarà certamente in considerazione altre opzioni.

Le piattaforme software sono diverse in molti modi. A titolo di esempio, abbiamo un provider di telecomunicazioni in grado di possedere un pezzo di spettro wireless o un filo terra based che operano. Così, impediscono alcuni contenuti o servizio da funzionare su di esso o consentono di lavorare su di esso dopo aver pagato qualche prezzo. In concorso software, ci sono costantemente creati prodotti migliori e varie scelte per i consumatori. Essi rappresentano alcune scelte su applicazioni, servizi e dispositivi. Come esempio abbiamo IBM che regnava l’era del mainframe, Microsoft e Intel che dominava era del PC, Apple e Google, che rappresentano i maestri dell’era mobile e così via.