Oculus Rift: Il nuovo fenomeno VR spiegato

Questa è una traduzione automatica rafforzata di questo articolo.

Non lasciate che semplice apparenza di Oculus Rift vi inganni. Questo incredibile corredo realtà virtuale è dotato di un numero di pezzi incredibili di tecnologia, ma quando si capisce come funziona la tecnologia, capirete perché ci è voluto così tanto tempo per questo dispositivo diventi una realtà.

Poiché il dispositivo è ancora in fase di ‘œprototype’, c’è un sacco di spazio per migliorare.

L’ultima funzione Transfer-Head correlati per la tecnologia audio 3D è stato aggiunto nel corso del CES 2015.

Qui di seguito, abbiamo messo al microscopio ogni aspetto della Oculus Rift Development Kit 3 o ‘œCrescent Bay’ in modo da poter capire meglio questo po ‘di tecnologia.

Per quanto riguarda i giochi

E ‘molto difficile creare ambienti di gioco in 3D come è, ma se si aggiunge il 3D stereoscopico, poi si evolve a borderline impossibile.

L’aspetto geniale del 3D di Oculus Rift è che altera l’angolo sempre leggermente. Pertanto, il vostro cervello è indotti a pensare che due, immagini 2D ordinari sono in realtà una sola immagine 3D.

I giochi nel loro insieme devono cambiare. L’aspetto motion blur deve andare e scene di telecamere statiche indurre nausea. Al fine di evitare effetti balbuzie e otturatore, è necessario un elevato ma costante 60 framerate.

Per quanto riguarda il cavo

Oltre l’adattatore DVI per computer portatili, l’Oculus Rift è disponibile anche con USB che consente al dispositivo di essere alimentato e trasporta i dati al computer. Il cavo 10 piedi è abbastanza lungo da permettere un facile movimento senza disagio.

Development Kit 2 è dotato di una porta USB per un eventuale collegamento controller o cuffie.

Per quanto riguarda il tracker posizionale

La Rift rintraccia la posizione di testa nello spazio 3D da una serie di LED infrarossi incorporati nella cuffia. Questi LED sono monitorati da un vicino in classifica, webcam come fotocamera. L’ultima Crescent Bay è dotato di LED integrati nella parte posteriore della cuffia, quindi offrendo un completo, a 360 gradi prospettiva.

Per quanto riguarda l’auricolare

L’auricolare si collega alla testa tramite cinghie verticali e orizzontali che comprendono anche i cavi USB e HDMI. Anche se il kit comprende set sia per la visione normale, gli utenti vicini e molto miopi, Oculus consiglia di indossare i contatti, nonostante il fatto che è possibile regolare la distanza tra le lenti per occhiali usura.

Per quanto riguarda le componenti

All’interno l’auricolare è madre personalizzato della Rift dotato di un processore ARM e chip di controllo a LED. Ciò che separa la Rift da altri dispositivi è il suo ‘Reality Tracker œAdjacent’ che dispone di un magnetometro, un giroscopio e un accelerometro. Insieme, tutti questi pista molto meglio tutte e tre le dimensioni della tridimensionalità. In origine, la Realtà Adiacente Tracker correva a 250Hz, ma l’ultima versione funziona a 1000 volte al secondo.

Per quanto riguarda lo schermo

Development Kit 2 è venuto con un HD touchscreen 1920 x 1080, ma con un display 960 x 1080 per ogni occhio, una frequenza di aggiornamento di 60 Hz e un campo orizzontale di 100 gradi di vista. Ci auguriamo che il Crescent Bay ha 1080p per ogni occhio.

Per quanto riguarda il circuito di retroazione

Una quantità enorme di dati vengono inviati avanti e indietro tra il tracker posizionale, l’auricolare, il computer e il software, il risultato è un’esperienza VR liscia. È inoltre possibile regolare la luminosità, il contrasto, e anche calibrare la Rift se stesso in conformità con la vostra distanza interpupillare (IPD).

Per quanto riguarda l’audio

Come abbiamo detto, la funzione di trasferimento-Head Related (HRTF) crea un vero senso della spazializzazione audio 3D.

La società spiega che il suo è raggiunto tramite riferimento. In altre parole, il software leviga suono proveniente dalle centinaia di punti intorno la testa in modo da creare un suono più naturale.